assistenza remota informatica
  
  
  


regedit

Tra le tante novità introdotte da Microsoft con il nuovo sistema operativo, una delle più apprezzate dagli utilizzatori di Windows 10 e senz’altro la possibilità di personalizzare la schermata di blocco senza far uso di applicazioni di terze parti; E’ infatti possibile impostare uno sfondo, scegliendo tra un’immagine fissa, una presentazione o i contenuti in evidenza di Windows che propongono automaticamente le più belle immagini della galleria di Bing (l’opzione che più gradisco).

Ogni qual volta mi allontano dal PC (specie se i miei nipoti sono nei paraggi) uso la scorciatoia da tastiera WINDOWS +L per bloccare il PC ed evitare così accessi non autorizzati al sistema. Peccato che per impostazione predefinita, in Windows 10 il timeout dello schermo subentri dopo appena 60 secondi e cosa ancora più incomprensibile, non esiste opzione alcuna che consenta la modifica di questo parametro, che permetta quindi di prolungare questo lasso di tempo ed evitare una triste schermata nera. Spulciando infatti tra le Impostazioni timeout schermo ho trovato soltanto l’opzione relativa allo spegnimento del monitor “a desktop aperto” dopo un determinato tempo di inattività. Continua a leggere

Il problema in oggetto si può presentare dopo l’aggiornamento di Windows Live Essentials 2010, 2011, 2012. Diversi clienti mi hanno chiesto una soluzione alla presente problematica. Ho provveduto ad effettuare l’aggiornamento anche sul mio pc ed effettivamente l’errore si è presentato immediatamente. All’avvio di Windows Live Mail compare la finestra di “Avvio in corso…” e Windows Installer che cerca di configurare il programma dicendo: “Attendere. Configurazione di Windows Live Mail in corso…” e “Raccolta delle informazioni necessarie in corso…” e dopo un pò di secondi (il tempo varia da pc a pc) il programma di posta elettronica o non si avvia del tutto o si avvia a fatica e scarica la posta. Purtroppo di errori specifici all’avvio del programma neppure l’ombra e questo complica di fatto le cose.

Ho effettuato una ricerca mirata sul web, senza però riuscire a trovare una soluzione rapida e valida e soprattutto che mi permettesse di risolvere l’inconveniente senza dover disinstallare e reinstallare tutto il pacchetto (un vero sbattimento e tra l’altro non ho trovato nessun utente che avesse risolto con tale procedura). Continua a leggere