assistenza remota informatica
  
  
  

Chissà quante volte da piccino, magari al mare, anche tu
avrai riempito una bottiglia di sabbia, pietre e quanto dentro vi entrasse.
Era tra i miei passatempi preferiti.

Il momento che mi divertiva e gratificava maggiormente però,
era svuotare la bottiglia e incantato osservare scendere la morbida e fine sabbia che magicamente cadeva assieme ai vari sassolini, che con cura avevo preventivamente raccolto.

A volte era così tanta la fretta e il desiderio di poter ammirare l’effetto cascata,
che spesso, capovolgendo con frenesia la bottiglia,
il contenuto si bloccava incredibilmente sul collo della stessa,
impedendo la fuoriuscita della finissima sabbiolina.

Certo, bastava scuotere, spremere la bottiglia o infilarci dentro un dito,
per far sì che il tutto scendesse come avevo desiderato e sperato.

E’ quello che sto facendo in questo istante;
Sono talmente tante le parole che vorrei rivolgerti,
che paradossalmente rimangono bloccate come un groppo in gola.

Farò come quand’ero piccolino,
con la differenza che adesso il dito, lo metterò in bocca.

Vorrei vomitare miliardi di pensieri;
Ma come trovarne il capo, in questo garbuglio di sentimenti?

Ho deciso.
Scaglierò le dita come artigli di aquila, affidandomi al caso e racconterò.

Comincio. … “Mi manchi”.
Ci riprovo. …  “Mi manchi”.
Ancora. … “Mi manchi”.
Ripesco. … … “Mi manchi”.
Rimescolo. … … … “Mi manchi”.

Potrei continuare ancora per molto,
mi sa che questo gesto tuttavia sortirebbe sempre lo stesso risultato:
mani ferite dalle spine e dalle ortiche di quei “Mi manchi”.

Non so come spiegarlo, ma queste esigue parole sono per te;
E’ tutto quello che ho,
che non riuscivo ad esternare e che volevo farti, forse, inutilmente sapere.

Hai gradito questo post? Lo ritieni valido? Ti è stato utile?
  • MOLTO
  • SI DAI
  • CERTO
  • IN PARTE
  • NO
  • POCO

2 risposte a Tutto quello che ho

  • E così, a quanto pare, confondi il mio tocco con quello di altri.
    Davvero non sai riconoscere la cicatrice bruciata che ti lascio sulla pelle? E nemmeno la carezza sottile e umida?
     
  • nulla è inutile se sei guidato dal cuore
    e tu lo sei..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *