assistenza remota informatica
  
  
  

Vigilia di nataleE’ come quando arriva la pioggia improvvisa;
Tutti corrono e scappano al riparo;
Come se dal cielo piovesse fuoco.

Dio, quant’é strano l’uomo!

E’ così anche per l’ispirazione;
Per quell’impulso che come un tenero filo d’erba buca l’asfalto,
ma con la differenza che quando cresce,
spunta in una frazione di secondo e invece di allontanarlo,
di correre e di scappare da esso,
lo accogli nel tuo seno con impeto e amore insostenibile,
anche perché sai che non potresti fare diversamente.

Il tuo pensiero arriva con la stessa misura e intensità.

E a che servirebbe nascondermi?
A che gioverebbe coprirmi?
Che ci guadagnerei riparandomi?

Sei come la pioggia.

Nessun bottone potrà fermarti,
nessuna cerniera ti terrà distante;
nessuna sciarpa ti allontanerà da me.

Piccola dolce prepotente creatura!

Se decidi di costernarmi, chi te lo impedirà?
Entri ed esci dalle mie emozioni come ti pare.
Inzuppi mente e cuore e partorisci brividi eterni.

Vigilia di Natale

Rassicuranti e morbide luci acquerellano la stanza.
Gocciole di memoria scendono sui vetri della mia finestra;

Sembrano guardarmi teneramente, mentre scivolando lente,
scrivono parole a me sconosciute.

…il mio riflesso,
mani poggiate su questi freddi vetri, ed io, che già tremo.

Hai gradito questo post? Lo ritieni valido? Ti è stato utile?
  • MOLTO
  • SI DAI
  • CERTO
  • IN PARTE
  • NO
  • POCO

2 risposte a Vigilia di Natale

  • Non so perché sono qui.
    Perché mi sono fermata su questo intervento.
    Non so nemmeno se era riferito a me oppure no.

    Eppure ho sentito una carezza leggera sul mio volto mentre lo leggevo.
    E sapevo che era la tua mano.

    T lascio un bacino su quella mano calda e leggera che mi ha accarezzato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *