assistenza remota informatica
  
  
  

Potrei sedurti con poesie sublimi e rapirti con frasi che
rasenterebbero il sapore dei baci tra due amanti;
Potrei incendiarti con turbamenti che come legna di ciliegio
intrecciata nel focolare, scoppietterebbero a fior di pelle;
Potrei esaltarti come vino novello sul palato asciutto e fine;
Potrei verniciarti il cuore di rosso scarlatto e pennellare
di fervente passione le tue labbra;
Potrei illuminarti il volto di paesaggi sfolgoranti e come
pregiate bomboniere far brillare i tuoi occhi;
Potrei fondere la pietra che riveste il tuo cuore e renderla sottile
e trasparente con l’abilità di un maestro vetraio;
Potrei scuoiarti la schiena di sussulti e regalare il sogno smisurato
di un azzurro cielo alle tue ali.

Oh amabile creatura, potrei elargirti questo e forse anche di più;
Ma come uno schivo gabbiano volo via,
poiché il rumore dei tuoi passi e il fragore delle tue paure,
sovrasta quello delle mie onde, del mio vento, delle mie piume.

Hai gradito questo post? Lo ritieni valido? Ti è stato utile?
  • MOLTO
  • SI DAI
  • CERTO
  • IN PARTE
  • NO
  • POCO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *