assistenza remota informatica
  
  
  

Mi ritrovo a scrivere e immortalare pensieri dopo un secolo di assenza;
No, non alludo a quella fisica, del corpo,
perché quella della mente va oltre lo spazio, oltre il tempo,
al di là del moto incessante di quei detestabili aggeggi,
che l’uomo ha sadicamente brevettato e che tutti chiamano orologi.
 
Rifletto.
Mi accorgo che di questo mondo virtuale non mi è mancato nulla o quasi.
I fiori giallo-sole di questi fogli sono e resteranno musica per le mie pupille.
 
Tinte calde, avvolgenti, carezzevoli, invitanti, estive,
ma ci sono colori, profumi e sfumature
che non ho ancora gustato e consumato in nessun altro prato.
 
Vi concederei volentieri un pertugio dal muro della non conoscenza
che separa me, da voi,
per poter in parte farvi comprendere le mie voglie e le mie malinconie.
 
Sensibilità, dolcezza, tatto, passione, ardore,
semplicità, istinto, delicatezza, emozionabilità;
 
Mi mancano quelle fragranze e quei buoni odori
che innalzano meravigliosamente il mio spirito
e che solamente i suoi giardini riescono a sprigionare.

Hai gradito questo post? Lo ritieni valido? Ti è stato utile?
  • MOLTO
  • SI DAI
  • CERTO
  • IN PARTE
  • NO
  • POCO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *