assistenza remota informatica
  
  
  

rifugio

Difficilmente mi ritrovo a pubblicare ciò che non mi appartiene,
tuttavia quando lo faccio,
é perché come la tempesta agita gli scogli in riva al mare,
alla stessa maniera alcune parole fanno al mio spirito.

E’ così per questa bellissima poesia in vernacolo calabrese,
che conoscevo, ma che non trovavo da tempo.

La lascio scivolare ed echeggiare all’interno del Continua a leggere

Non era previsto che stanotte scrivessi.
Non ci avevo affatto pensato.
E chissà perché, chissà per come,
mi sono ritrovato tra queste fogli,
come chi vagando senza meta,
arrivato ad un punto del suo tragitto,
si sente preda della stanchezza e del torpore
e cerca un luogo per riposare in sicurtà. Continua a leggere

Come, dove e perché nasca un pensiero è laborioso comprenderlo.
A volte la musa ispiratrice é il tutto, altre volte il niente.
Eppure dal caos non può nascere l’ordine;
Così come dal nulla non può emergere alcunché.
 
Ma succede che ti ritrovi con l’irrefrenabile impulso di scrivere e lo fai di getto,
senza riflettere, come chi cadendo, trova un appiglio e lo afferra.
 
Non sai cosa ne uscirà fuori, eppure esterni senza riserva alcuna le trepidazioni.
Riesco a sentire la mia voce dentro di me e Continua a leggere